Pastella per involtini primavera

Ed ecco qui in fue righe come preparare i dischi per gli involtini.
Ingredienti?  Farina, maizena, acqua e sale!!

image

125 gr. Farina 40 gr. Maizena 300 ml di acqua ca. 1 cucchiaino di sale

Settacciare la farina e la maizena in una terrina.  Aggiungere l’acqua poco alla volta, mescolando finché non si ottiene una pastella liscia e liquida.
Dopo aver lasciato riposare per mezz’ora possiamo preparare i dischi,  proprio come fossero delle crepes.

image

Io le faccio cuocere solo da un lato, che al tatto rimarrà più ruvido e sarà la parte esterna dell’involtino.
Con le dosi indicate dovrebbero uscire 8 dischi all’incirca.  Io solitamente li impilo separandoli con carta trasparente (altrimenti si attaccano) e una volta raffredati sono pronti per essere utilizzati!!

image

Involtini primavera

Voglia di oriente…ma soprattutto. .voglia di involtini primavera 😉
Sbirciatina nel frigorifero ehhhh gli ingredienti ci sono! !
Cavolo cappuccio, cipollotti, carota e germogli di soia e come si dice alla francese..”et voilà. .les jouex son fait” ahhaahhaa (un francese italianizzato..ovvio!!)

image

Tutte queste verdurine le ho saltate nel wok.
Una volta ben caldo ho messo un pò di olio di semi e messo i cipollotti con la carota, poi fatto stufare il cavolo con un cucchiaio di aceto di riso, un cucchiaio di mirin e salsa di soia. Se siete dei “sale” dipendenti come qualcuno di mia conoscenza, aggiustate di sale.

image

Questo è il risultato dopo poco più di un quarto d’ora di cottura.  Ahh dimenticavo..i germogli li ho aggiunti quasi a fine cottura, in modo che tutte le verdure rimanessero belle croccanti.
Una volta pronto il ripieno non rimane altro da fare che preparare gli involtini e friggere 😉
E sopratutto papparseli con una bella salsina agrodolce!!

image

Per la salsina bastano un cucchiaio di concentrato sciolto in un pò d’acqua,  un cucchiaio di aceto di riso e uno di zucchero ( se di canna ancora mdglio) e lasciare sobbollire qualche minuto a fuoco dolce.

Involtini primavera

Voglia di oriente…ma soprattutto. .voglia di involtini primavera 😉
Sbirciatina nel frigorifero ehhhh gli ingredienti ci sono! !
Cavolo cappuccio, cipollotti, carota e germogli di soia e come si dice alla francese..”et voilà. .les jouex son fait” ahhaahhaa (un francese italianizzato..ovvio!!)

image

Tutte queste verdurine le ho saltate nel wok.
Una volta ben caldo ho messo un pò di olio di semi e messo i cipollotti con la carota, poi fatto stufare il cavolo con un cucchiaio di aceto di riso, un cucchiaio di mirin e salsa di soia. Se siete dei “sale” dipendenti come qualcuno di mia conoscenza, aggiustate di sale.

image

Questo è il risultato dopo poco più di un quarto d’ora di cottura.  Ahh dimenticavo..i germogli li ho aggiunti quasi a fine cottura, in modo che tutte le verdure rimanessero belle croccanti.
Una volta pronto il ripieno non rimane altro da fare che preparare gli involtini e friggere 😉
E sopratutto papparseli con una bella salsina agrodolce!!

image

Per la salsina bastano un cucchiaio di concentrato sciolto in un pò d’acqua,  un cucchiaio di aceto di riso e uno di zucchero ( se di canna ancora mdglio) e lasciare sobbollire qualche minuto a fuoco dolce.

Cocco e cioccolato = Bounty!!

Io adoro i Bounty e allora prendendo spunto dalla ricetta vista in un blog che seguo, eccomi qua pronta con pochissimi ingredienti!!

Visto che sono molto golosi già per il cioccolato che li ricopre, ho preferito non utilizzare anche la panna nell’impasto o come ho visto in altre ricette la ricotta. Per cui i miei ingredienti sono:

  • 200 ml di latte di cocco
  • 120 gr di zucchero
  • 150 gr di farina di cocco
  • cioccolato fondente

Ho scaldato in un pentolino il latte di cocco e ci ho fatto sciogliere lo zucchero ( potete anche assaggiare e regolarvi con lo zucchero ). Una volta ben sciolto ho aggiunto la farina di cocco e a fuoco spento ho amalgamato bene tutto.

Ero indecisa se fare già le formine ma per risparmiare tempo ho foderato con carta forno una teglia e ho versato direttamente l’impasto. Livellato bene e messo in freezer almeno un paio d’ore.

20140515_144432

Ecco il risultato..una bella mattonella di cocco!! A questo punto l’ho tagliata in rettangolini e li ho immersi nel cioccolato sciolto in un pentolino.

20140515_190702

Ed eccoli qua ^_^ bye bye dieta….me ne sono venuti un pò..credo che li metterò nel frezeer e sabato penso che ci farò il gelato!! Vi farò sapere…

 

Pesce all’escabeche!!

Bene bene ieri sera sono stata colta dalla voglia di una ricetta delle mie origini!! Il piatto in lingua si chiama “Escabecheng isda” e tradotto “pesce all’escabeche” e per escabeche si intende la salsa in cui viene ripassato il pesce (generalmente fritto) per finirne la cottura. Lo si può fare anche con la carne di pollo, coniglio o maiale e pare avere origini Persiane e riportato agli spagnoli dagli arabi. Ed è proprio dagli spagnoli che il popolo filippino ha appreso e adattato alle proprie abitudini questo piatto.

Ma vediamo gli ingredienti:

  • 1 pesce intero (io ho usato un’orata) pulito e senza squame
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla ( o 2 cipollotti)
  • 1 pezzo di zenzero
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 1/2 bicchiere di aceto di riso
  • 1 carota
  • 1 peperone
  • olio
  • sale e pepe
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di amido di mais sciolto in un pò d’acqua

Ok non vi spaventate per il numero di ingredienti, una volta a portata di mano in meno di 20 minuti il piatto è pronto!!

Per prima cosa friggo il pesce intero e lascio che la carta assorba l’olio in eccesso.

Immagine

Le carote, il peperone, il cipollotto e lo zenzero li taglio a listarelle e le soffriggo in un pò d’olio con gli spicchi d’aglio. Aggiungo poi la salsa di soia e l’aceto e lascio sfumare. Unisco lo zucchero e l’amido di mais sciolto in un pò d’acqua così la salsa piano piano si farà densa. Sale e pepe ^_^

Immagine

Una volta che la salsa si è raddensata, immergo il mio pesciolino e lascio che si insaporisca. Bastano anche 5 minuti!!

Nel frattempo preparo anche il riso in bianco che non può assolutamente mancare 😛

Immagine

 

Hamburger!!

Ebbene si..nonostante alcuni accorgimenti sulla nostra dieta…ogni tanto ci viziamo un pò!! E l’altra sera non ho resistito…avevo un pò di carne trita che mi avanzava (dalla ricetta delle zucchine ripiene!!) e così mi son detta ” perchè non preparare una bella ciccioneria per stasera ^_^ ” Per cui ho condito la trita con un pò di sale, pepe, un goccio di salsa worcester ed ho preparato i miei hamburger mettendoci dentro un pò di formaggio, tipo pecorino toscano ( non avevo sottilette ^_^ ).

Non avevo molte cose da mettere dentro, e così ho preparato dei panini semplici semplici. Ho tagliato l’insalata a strigioline e in padella ho rosolato mezza cipolla. Cotti gli hamburger ho assemblato i miei paninozzi!! Troppooo buoni…altro che Mc ^_^

20140508_195559

Non sono riuscita a fare una foto all’interno perchè capirete che un hamburger non si gusta se non si mangia con le mani, per cui non mi sembrava il caso di imbrattare il cellulare!!

Ahh e per fare la brava e per autoconvincermi che sarebbe stata meno “grassa” come cena, ho fatto il pane morbido da me. Anche perchè non ne avevo e non avevo assolutamente voglia di uscire per andarlo a comprare. Se volete, per la ricetta del pane cliccate qui :p

Panini morbidi

Visto che la scorsa sera avevo preparato gli hamburger, ho deciso di condividere la mia ricetta per i pane morbido da usare come accompagnamento. Io utlizzo questa ricetta anche per fare panini più piccoli da farcire in mille modi, e solitamente li preparo come aperitivi quando siamo in tanti, tipo a capodanno se ci ritroviamo tra amici e prepariamo tutti qualcosa o per Natale in famiglia!

Comunque la preparazione è facilissima ed anche abbastanza veloce, a parte i tempi per la lievitazione.

Per cominciare mi preparo tutti gli ingredienti

Immagine

Per 2 panini:

  • 113 gr di farina (io ho utilizzato la 00 )
  • 13 gr di zucchero
  • 50 ml ca. di acqua tiepida
  • 7 gr di burro
  • 1 uovo ( lo sbatto e metà ne metto nell’impasto, l’altra metà la utilizzerò per spennellare la superfice)
  • 1 cucchiaino scarso di lievito di birra secco
  • pizzico di sale
  • olio di semi (per ungere la ciotolina doce lascio lievitare l’impasto)

Io procedo così: metto il lievito a sciogliere in poco meno della metà che ho a disposizione in un bicchiere con un mezzo cucchiaino di zucchero. In un’altra ciotolina sciolgo il burro nella restante acqua ed unisco la metà dell’uovo sbattuto; poi ci unisco il lievito sciolto e verso il tutto nella ciotolo contenente la farina ed il pizzico di sale. Mescolo bene con un mestolino di legno finchè l’impasto non appiccicherà più ( aggiustate di farina se vi sembra ancora appiccicaticcio) . E’ un impasto che non si può lavorare sulla spianatoia, si deve fare tutto nella ciotola, perchè anche se non appiccica è comunque molto morbido, per cui con delicatezza lo metto a lievitare in una ciotolina unta d’olio. Quando il suo volume sarà raddoppiato (almeno 3 ore) posso procedere a fare i panini, dopo aver rimpastato velocemente. Li adagio sulla placca del forno ricoperta con carta forno e li lascio lievitare almeno un’altra ora.

Immagine

Passato il tempo della seconda lievitazione, prendo l’uovo che mi era rimasto e spennello la superfice dei miei panini belli gonfi e li spolvero con semi di sesamo bianco.

Immagine

Ora sono pronti per essere infornati a 180° per 15 minuti ( io uso il forno statico )

Ed ecco il risultato

Immagine